AC Jesi / Notizie / #Messa a Punto: il racconto

#Messa a Punto: il racconto #Messa a Punto: il racconto

“Trascorrere una settimana al campo ACG” è sinonimo di approfondire la propria spiritualità, divertirsi, riflettere e relazionarsi. Nel corso di ogni giornata ai momenti di preghiera  si alternano le attività, in cui noi ragazzi divisi per gruppi, guidati dagli educatori, riflettiamo su interessanti e attuali tematiche attraverso giochi di ruolo, piccole rappresentazioni, disegni e lavori di ogni tipo. Ciò che può sembrare difficile per alcuni ragazzi è l’espressione dei propri sentimenti e opinioni su questioni piuttosto personali. Quest’ostacolo è tuttavia semplificato dagli educatori che creano un clima tranquillo e sereno.  L’attività di ogni giorno è conclusa dall’oasi in cui ognuno di noi, anonimamente, scrivendo su un foglietto, può esprimere i propri pensieri riguardo la tematica analizzata nel corso della giornata e, al termine della preghiera serale, alcune di queste riflessioni vengono condivise. Quest’anno il tema che più ci è piaciuto è stato “Ascòltàti” la cui attività prevedeva diverse tipologie di ascolto: di noi stessi, degli altri, del proprio corpo. L'abbiamo preferita in quanto ha contribuito ad aumentare la nostra consapevolezza sul fatto che posponiamo le richieste di aiuto, sia del mondo in generale sia della nostra persona, a quegli interessi che, almeno a noi, sembrano più urgenti. Per inserire un pizzico di sano divertimento e di competizione, noi ragazzi partecipiamo al torneo: divisi per gruppi cerchiamo di accaparrarci quanti più punti attraverso giochi di squadra e pulizie per ottenere la vittoria. Il campo ACG è una fonte di purificazione, gioia e maturazione. Vivere tutti insieme in una settimana all’insegna della semplicità, della passione per lo stare insieme e della preghiera, provoca una sorta di rinnovamento interiore che apre alla vita con il cuore pieno di contentezza, generosità e amore verso il prossimo. Partecipare al campo ACG significa staccare per una settimana i contatti con la confusione e la fretta del resto del mondo, significa fermarsi un momento per riflettere su se stessi, sui propri comportamenti, per comprendere le cose importanti della vita e riflettere su quelle nascoste dentro di noi che trascuriamo nella vita frenetica di ogni  giorno. Siamo fiere di avere partecipato in tutti e quattro gli anni dei Giovanissimi ai campi ACG diocesani, poiché riteniamo sia stata un'esperienza fondamentale per la nostra crescita e formazione.

Laura Messersì

Eleonora Taruchi

Torna in cima alla pagina

Informazioni sulla notizia

Pubblicata venerdì 20 novembre 2015

Argomento: Azione Cattolica

Parole Chiave:acg , campo , diocesano , grottamare , messaapunto , messa ,

 

Invia per emailInvia per email

 

P.zza della Repubblica, 4 -  60035 Jesi (AN)    info@acjesi.it